Monumento agli studenti universitari morti dal 1848 al 1945

Il monumento, che sorge all'incrocio della località Quattro Venti, disegnato dall'architetto e scultore fiorentino Giuseppe Poggi, è dedicato al battaglione universitario toscano, che prese parte ad una delle più celebri battaglie della Prima guerra di indipendenza italiana: la battaglia di Curtatone e Montanara del 29 maggio 1848. La lapide posta alla base recita: "Lasciarono i libri imbracciarono le armi accorsero ovunque si combattesse in nome dell'Italia caddero eroicamente".

 

 

 

Detto anche degli "scolari", inquadrato nell'esercito piemontese, il battaglione universitario era costituito da circa 350 studenti, giovani volontari, male equipaggiati ed armati, non addestrati e guidati dai loro professori, tra i quali Giuseppe Montanelli e il geologo Leopoldo Pilla. La notte del 28 maggio, il feldmaresciallo Radetzky aveva trasferito la sua armata da Verona a Mantova e la mattina seguente l'armata austriaca uscì dalla fortezza di Mantova, decisa a spostare l'esile linea toscana e piombare sull'esercito piemontese a Goito, prendendolo alle spalle. Fu proprio grazie alla tenace resistenza toscana di quel giorno nei pressi delle località di Curtatone e Montanara che l'esecuzione del piano di Radetzky fu ritardato, vanificando la sorpresa austriaca e permettendo a Carlo Alberto di sconfiggere gli austriaci il 30 maggio a Goito ed espugnare la fortezza di Peschiera. Il monumento fu eretto il 29 maggio 1870, sotto la direzione dell'architetto Giovanni Cherubini.

 

 

 

In seguito fu restaurato, con l'aggiunta dell'esedra, dai reduci del battaglione universitario "Curtatone e Montanara", costituito nel 1935 e impegnato nella campagna di Etiopia (1935-1936). Nel 1995 per la tutela e la conservazione del monumento, fu costituita l'Associazione Battaglione Universitario "Curtatone e Montanara" con sede presso l'Università di Bologna. Tra i soci fondatori figurano gli atenei di Bologna, Ferrara, Modena, Padova, Parma, Pavia, Pisa, Siena e Trieste e l'Associazione persegue lo scopo di garantire che "la memoria degli studenti volontari caduti per la Patria sia sempre viva ed onorata e che le loro gesta siano monito alle nuove generazioni universitarie, attraverso il Sacrario costruito in Curtatone". Ogni anno una commemorazione rende loro memoria.

 

 Nella parte posteriore dell'Esedra vengono ricordate le varie Università e le Istuzioni militari che con i loro studenti hanno parteccipato alle guerre dal 1848 al 1945

MV4V8w

MV4V10w

MV4V9W

 MV4V11W

MV4V12w

MV4v14w

MV4V15w

MV4V20w

 MV4V18W

Il battaglione universitario "Curtatone e Montanara", costituito nel 1935